Parole di latte torte di pannolini Home Chi sono Come lavoro E-Shop     Contatti

30.6.11

Una cornice per le foto delle vacanze....in bassorilievo




Siccome in vacanza abbiamo scattato decine di foto di luoghi meravigliosi, non potevamo non incorniciarne qualcuna più significativa. Come al solito abbiamo usato materiali di riciclo: un vassoio di cartone, quello per i pasticcini per intenderci, che io conservo sempre, pasta secca di diversi formati, abbiamo usato i celentani, i fusilli  e le farfalle, qualche cannuccia avanzata, tanta colla e una bomboletta spray d'oro, ma se siete più bravi potete dipingere anche la pasta con la tecnica che ho spiegato qui.
E poi....



Basta tagliare il centro del vassoio della misura della foto e incollare la pasta una a una in modo ordinato. Noi abbiamo inserito anch dell cannucce. Ma sarebbe carino poter incollare anche altri oggetti come tappini, vecchi cucchiaini ecc...in modo da formare una cornice in bassorilievo.

Cartolina...dal Gargano

Cantu t'amore

No mm’ha ccircare mai
ci quistu sentimentu
pi ssempre po’ tturare
no mm’ha ccircare mai…

Pi mme l’amore gghè
nnu sorrisu, nna carezza,
cocce ti ebbrezza
rubbate all’eternità.

Lassàmu quistu suennu
cu ndi culla dolcemente,
nui simu tuttu e nnienti,
ti paru bene e mmale,
noia e ddesideriu ,
lu critu e lu sussurru,
simu nnu pàrpitu ti azzurru
macchiatu nnu picchi ti gnoru.

No mm’ha ccircare mai
ci la fantasia mia
cu tu sempre si ‘mpiccia,
no mm’ha ccircare mai…

Pi mmè l’amore gghè
nna scheggia t’infinitu
ttaccata a ddhu momentu
ca felice sta tti sentu.

Lu crigiu ti l’autunnu,
lu friddu ti lu iernu,
lu cautu ti l’estate
è quistu amore nuesciu;
primavera è la memoria
ti nnu passatu ca è futuru
e ca lu core sente
comu nnu magicu presente
Armando Polito

Colgo l'occasione per dire che tutte le immagini e foto di questo blog sono protette da copright e quindi è fatto vieto assoluto di pubblicarle in qualsiasi altra pagina web o altro, previa autorizzazione della sottoscritta.

22.6.11

Una nuova tecnica: bijoux da una spugna per i piatti


Ecco cosa mi sono inventata ultimamente, ci ho dovuto lavorare un po' su ma sono abbastanza soddisfatta del risultato. Presto preparero' un PDF scaricabile con il tutorial per chi è interessato. Seguitemi! Adoro i materiali riciclati e sembra incredibile ma un normale panno spugna che costa pochi centesimi può diventar tra le vostre manine un bel gioiellino!

20.6.11

Come organizzare una festa di compleanno in poche mosse





Pochi giorni fa abbiamo festeggiato il compleanno di Anastasia. Quest’anno abbiamo preferito fare qualcosa di più intimo e raccolto perché avevamo già speso tanto sia in termini di tempo che economici per il battesimo della piccola Ginevra, quindi abbiamo dovuto fare una scelta. Ma per quest’altr’anno sono già piena di idee per organizzare una bella festicciola con tutti i suoi amichetti.

Ho raccolto un po’ di idee per chi vuole organizzare in poche mosse una colorata e allegra festa di compleanno senza spendere cifre esorbitanti.

Innanzitutto potrete decidere insieme un TEMA della festa, un argomento su cui far ruotare tutti i preparativi, ad esempio il tema marino, o delle principesse, o dei pirati o del bosco ecc.

1) GLI INVITI

E’ bello poter coinvolgere il festeggiato nella preparazione degli inviti, che sia grandicello o piccolino, se siete mamme creative come me vi divertirete tantissimo insieme. Sagome cucite : si può disegnare su di un cartoncino la sagoma di una torta o una casetta o un albero o meglio un oggetto che richiami il tema delle feste e creare una sewing card di cartoncino diverso per ogni invitato che potrete far cucire al vostro festeggiato.

Collage di stoffa o di ritagli di riviste: potete fare decorare ogni cartoncino per gli invitati con un piccolo collage di pezzetti di stoffa o ritagli di giornali, magari utilizzando anche la tecnica della scrittura con le lettere ritagliate.

Timbri homemade: potete fare personalizzare i bigliettini dai bambini con timbri intagliati nelle patate o realizzati da una spugna per i piatti e rotolo di carta igienica o ancora riciclando i tappi di bottiglia e avanzi di gomma crepla.( qui)

A seconda del tema della festa vi regolerete e troverete spunto per nuove idee. Per esempio per il tema marino si potrebbe disegnare la sagoma di un pesce o una sirena e decorarlo con glitter argentato oppure fare una barchetta con carta azzurra scrivere sulla vela il testo dell’invito.

Sul web troverete molteplici idee per costruire i bigliettini d’invito con i vostri bambini.

2) L’ALLESTIMENTO E LE DECORAZIONI

Per prima cosa dovete decidere la location. Sarebbe piacevole a seconda della stagione di disporre di uno spazio all’aperto in modo da far godere i bimbi dell’aria fresca e per fare in modo che noi non dobbiamo poi subire la confusione tra le pareti di casa. Ma se la stagione non lo consente bisogna cercare di disporre la stanza prescelta per la festa il più possibile a misura dei bambini. Togliere dal mezzo i soprammobili più fragili, coprire i divani con teli colorati e possibilmente spostare i mobili per creare più spazio.

Per i più piccolini sarebbe carino allestire una sorta di “piscina”di peluches( se come me ne siete invasi) in cui i piccini potranno”nuotare” liberamente senza farsi male.

Tapezzate il muro di disegni del festeggiato, o di quelli realizzati durante la festa dagli amichetti.

Gonfiate tanti palloncini colorati e se i bambini sono grandicelli fornite loro un pennarello ognuno e organizzate il concorso del palloncino disegnato più bello, sarà un bellissimo ricordo da portarsi a casa.

Riempite due grossi scatoloni di cartone, magari decorati da voi e dal vostro bambino esternamente , con tanti giocattoli che possano servire per intrattenere soprattutto i più piccoli.

Decorate la stanza con festoni ghirlandi realizzate insieme al vostro bambino.
3)IL BUFFET

A seconda del tema che avrete scelto per la festa vi potrete regolare per la realizzazione della torta. Anche se una torta di frutta andrà sempre bene, specialmente d’estate che troviamo frutta di stagione golosa e colorata. Per Anastasia per esempio ho realizzato un grosso pan di spagna che ho diviso poi in tre farcito con crema pasticciera, sopra vi ho sistemato in modo ordinato la frutta pulita e tagliata e il gioco è fatto. Buonissima e velocissima. Qui c’è un’ottima ricetta per il pan di spagna.

Le altre pietanze dovranno essere veloci da preparare, sane e stuzzicanti al tempo stesso, perchè sappiamo come sono i bambini, a volte mangiano con gli occhi.

Utilizziamo frutta fresca per preparare degli spiedini di frutta che sistemeremo per esempio su un mezzo melone, prepariamo una grande focaccia salata che farciremo con prosciutto e tagliatela a quadrotti. Stessa operazione la potete fare con la pizza spessa che ha gli stessi ingedienti ma e’ farcita diversamente.
La rixetta per la FOCACCIA O PIZZA SPESSA E MORBIDA: 400 gr di farina manitoba, una bustina di 7gr di lievito secco, 2 cucchiaini di zucchero, un pizzico di sale, un cucchiaio di olio, 315 gr di acqua minerale. Lavorate tutto insieme, il risultato sarà un impasto molto colloso, lasciatelo lievitare qualche ora sistematelo meglio che potete in una teglia rettangolare con carta da forno, pizzicate la superficie con le mani dopo averla adeguatamente unta, condite con grani di sale grosso e rosmarino e lasciate lievitare nuovamente mezz’oretta. Io alla fine ci aggiungo le patate lesse affettate ma voi potete lasciarla semplice, aggiungere pomodorini o zucchine o cipolle come più vi aggrada.



La stessa ricetta è da usarsi per condirla con salsa di pomodoro e mozzarella da pizza, ne risulterà una pizza soffice spessa adatta ad essere tagliata a quadri e servita alla festa.

Un’altra ricetta velocissima che mi riesce molto bene sono dei rotolini di pasta sfoglia che faccio così: prendo ella pasta sfoglia rettangolare pronta la ungo leggermente, la cospargo di rosmarino o pepe (se è per gli adulti), fettine di cotto, fettine di emmental o fontina sottilissime. Arrotolo e taglio a fettine. Pennello con tuorlo d’uovo e cospargo di semi di sesamo o papavero. Inforno 10 minuti a 200C. Ottimi!!!

Altre idee: potrete preparare dei panini al latte morbidi (Anastasia adora quelli al salame) e sistemarli sul piatto e sul tavolo da portata in modo divertente, un animale, una faccia buffa, un trenino o un serpentone.

Con le uova sode, pomodorini, maionese e insalata ecco creato un boschetto pieno di deliziosi funghetti tutti da mangiare e da giocare.
E ancora biscotti casalinghi, muffins ( il web è pieno di ricette deliziose, a me piacciono quelli alla banana e cioccolato),frullati e se la stagione lo permette golosi ghiaccioli di frutta al gusto di frutta anguria, melone, lampone, limone, kiwi,farete un figurone!

E infine vi propongo una ricettina deliziosa per le caramelle mou fatte in casa: vi servirà mezzo litro di latte fresco intero e mezzo chilo di zucchero. Non dovrete fare altro che sciogliere lo zucchero nel latte freddo, poi metter il tutto sul fuoco far bollir fino a quando avrete una marmellata di latte. Versare la marmellata su carta da forno e aspettare che si solidifichi e infine tagliare a quadrettini. Ecco pronte le caramelle fatte in casa. Un bel sacchettino fai da te e ecco pronto un fantastico ricordino di compleanno. Nello stesso modo potete fare anche dei lecca lecca inserendo quando il composto è ancora marmellata dei bastoncini del gelato.


Cercate di presentare il tutto in modo allegro e originale, basta veramente poco.Per esempio se la festa si svolge verso sera potrete preparare queste polpettine, da gustare a temperatura ambiente, che i bambini apprezzeranno tantissimo perchè non servono le posate per gustarle.

Si preparano così.
3 zucchine medie; 2 uova; 200g di tonno;  formaggio, olive verdi a pezzetti,basilico,  sale, pangrattato, buccia di limone biologico,olio di semi arachidi


Preparazione :grattuggiare le zucchine e rosolarle per 10 minuti in olio caldo dove era stato fatto rosolare l'olio. Far freddare le zucchine e unire tonno, formaggio tagliato a cubetti, olive a pezzettini, basilico, buggia grattuggiata di un limone, sale e pangrattato. Fare delle palline e friggerle in abbondante olio bollente.

Con questa ricetta partecipo al contest su  "La Classe della Maestra Valentina" http://laclassedellamaestravalentina.blogspot.com/2011/05/bambini-in-festa-il-primo-contest-di.html
3) I GIOCHI E I FAVORS DI COMPLEANNO

Affinchè i bimbi si godano la festa , anche quelli più timidi e venga rotto il ghiaccio è bene preparare qualche gioco, con e senza musica.

In questo modo anche i bimbi che non si conoscono cominceranno a relazionarsi tra di loro.

In ogni compleanno che si rispetti, come premio per la partecipazione ai giochi e alla festa c’è un piccolo pensierino che il festeggiato lascia agli invitati prima di salutarli alla fine della festa.

Potrà essere un piccolo oggetto che acquisterete ma secondo me è più grazioso se lo realizzerete insieme al vostro bambino, sarà più personale e più affettivo.
Io per esempio ho pensato come favors di compleanno per la prossima festa ad una piccola borsina di carta realizzata e decorata da me molto semplicemente con piccoli giochini da “viaggio”o comunque che si possono trasportare.





Ho cucito un Tris di tessuto e le pedine le ho realizzate con tappini delle bottiglie di plastica appiattiti con carta da forno ferro da stiro (ved. qui procedimento),con le stesse pedine sarà possibile anche improvvisare altri giochi come e poi ho aggiunto un puzzle di carta plastificato realizzato da me dalla pagina di un vecchio libro da bambini, fotocopiata e plastificata, dentro si possono aggiungere caramelle acquistate o fatte in casa (vd. ricetta prima) e pastelli a cera magari a forma di pasticcino realizzati da noi (la tecnica l’ho spiegata in questo post e non è una mia invenzione ma se ne trovano varie versioni sul web).

Con questo favor di compleanno partecipo al contest del bellissimo blog "La classe della maestra Valentina" su http://laclassedellamaestravalentina.blogspot.com/2011/05/bambini-in-festa-il-primo-contest-di.html

Penso che sia molto bello e gratificante poter donare un po’ del proprio tempo per organizzare insieme al nostro cucciolo qualcosa di carino per la sua festa, con poca spesa, tanto tempo insieme e una valanga di creatività potrete realizzare una festa unica e originale.

16.6.11

Pomodoro mon amour !

Arriva l'estate e con il suo calore e il suoi raggi di sole porta il pomodoro. Il pomodoro è la mia verdura preferita da sempre, dolce, succoso, rosso, adatto a mille preparazioni. Noi in famiglia ne consumiamo una grande quantità tutto l'anno, sarà che porta colore in tavola sarà che è delizioso in ogni modo, sarà che fa bene contiene tante vitamine, acido citrico e facilita la digestione, ma soprattutto ha pochissime calorie.
Quest'anno ho piantato insieme ad Anastasia una piantina di pomodori dattrini nel mio orticello e dei semi di pomodori costoluti.  La pianta di pomodoro fra l'altro aiuta a tenere lontano i parassiti dall altre colture. La maturazione dei frutti dovrebbe avvenire tra giugno e settembre con temperature molto calde. Si trova però in commercio tutto l'anno grazie alla coltivazione in serra, ma secondo me il pomodoro estivo è ineguagliabile.
Oltre ai pomodori freschi si trovano sul commercio i prodotti conservati, sotto forma di polpa, passati, pelati e concentrati che servono come base pr molte preparazioni. Un'azienda ad esempio che di pomodoro se ne intende davvero e che è da oltre 100 anni presente sulle tavole degli italiani è l'azienda MUTTI.

E' per questo motivo che per la mia adorazione per il pomodoro in ogni sua forma ho deciso di partecipare a questo contest.



E partecipo con una ricetta inventata ormai da tanto. E' una ricetta "di recupero"come quelle che amo io, o svuotafrigo che dir si voglia, che mi aiuta nei momenti in cui il mio frigo piange e mi ritrovo in casa soprattutto avanzi.
 


Torta estiva con pomodori perini
 
350 g di pomodori perini
1 rotolo di pasta sfoglia o pasta brisee
150 gr di prosciutto cotto ( o mortadella, o pancetta, o speck com preferite)
200 gr di formaggio, io adoro l'asiago (ma andrà bene anche la ricotta, il philadelphia, scamorza..)
15 olive nere
basilico
pane grattuggiato
olio evo
sale e pepe
 
Lavare i pomodori e tagliarli a metà per il lungo. Svuotarli dei semi, salarli e scolateli dell'acqua su una gratella.
 
 
 
 
Nel frattempo tagliare a cubetti il formaggio (se è duro) e metterlo in una ciotola insieme alle olive tagliate a striscioline, al basilico spezzettato, al pepe e al sale.
Foderare una teglia di carta da forno, mettere la pasta sfoglia o brisèè, adagiarvi il prosciutto cotto e sistematevi sopra i mezzi pomodori con la parte della buccia verso l'alto e distribuire tra l'uno e l'altro il composto di formaggio.
Spolverizzare con pane grattuggiato, basilico, olio.
Fate cuocere a 200C la torta quindi sformarla e decorarla su un piatto da portata con fresca insalata e foglie di basilico.
 

E' un piatto unico e completo che potrete gustare anche il giorno dopo freddo. Io la adoro questa bella tortina.

Missione compiuta: pannolino addio!

Qualche tempo fa vi avevo annunciato lo spannolinamento di Anastasia. Ecco, possiamo dire che ce l'abbiamo fatta, abbiamo detto addio al pannolino!!! E che sono molto molto soddisfatta. Allora eccomi qua a darvi, se me lo permettete, dei consigli per chi è ancora in alto mare .

                 

      

 

Senza dubbio il momento migliore per l'educazione al vasino è la stagione calda, quando il piccolo non rischia di prendere freddo se si bagna. Ma per cominciare non è necessario aspettare l'estate o che siate in spiaggia, perchè ci viene in aiuto Huggies con le sue mutandine Pulls Up, fenomenali e "magiche", di cui vi ho parlato qui. 

 

 

In ogni caso è importante ch il bimbo sia pronto e per capirlo io osservavo Anastasia e ho notato questi comportamenti:

- il pannolino bagnato la infastidiva molto;

- il pannolino era asciutto dopo il pisolino pomeridiano e a volte anche la mattina;

- vedevo che aveva orari abbastanza regolari nell'andare di corpo.

E' molto importante scegliere il momento giusto perchè se si mette il bambino troppo presto sul vasino si rischia che poi inizia trattenere pipì e feci perchè pensa di far piacere alla mamma e al papà. Francoise Dolto ne "I problemi dei bambini" fa un paragone significativo che <<quando un bambino non sa scendere e salire una scala... è pericoloso metterlo da solo in condizione di farlo>>. Ed io condivido in pieno. Conosco mamme che a 18 mesi devono assolutamente togliere il pannolino ai loro piccoli... sembra una gara a chi ha il figlio più precoce... non è così che funziona. Ogni bimbo ha i suoi tempi.

Una volta che avete notato che il bimbo è pronto occorre procedere con gradualità e molta calma. Un buon metodo è quello a mio parere di togliere il pannolino prima per qualche ora poi via via sempre di più, proponendo l'uso del vasino con gradualità. Inoltre è importante che il babbo e la mamma siano sempre presenti all'inizio e vivano quest'avventura insieme al piccolo. Lo gratifichino, lo rassicurino e partecipino con gioia ai piccoli grandi "successi" del vasino. Così il bimbo si sentirà orgoglioso e sarà invogliato a migliorare sempre più.

 

Noi abbiamo usato il metodo dei rinforzi ovvero il comportamento positivo del bambino, in questo caso l'utilizzo del vasino viene "rinforzato" da un piccolo premio, da una gratifica. Il bimbo così è invogliato a ripetere il comportamento. Per questo scopo ho creato una semplicissima tabella dei rinforzi con relativi adesivi da attaccare sulla tabella ogni volta che Anastasia utilizzava il vasino. E' stato un successone.

Se volete qui sotto trovate il tutto da stampare e ritagliare.

 

 Articolo sponsorizzato

Viral video by ebuzzing